Tre sedie di design iconiche di Alias si reinventano

Durante l’ultimo Salone del Mobile, Alias ha presentato la rivisitazione di due sedie di design cult: la storica seduta Spaghetti Chair di Giandomenico Belotti e la pluripremiata sedia Laleggera di Riccardo Blumer, introducendo una straordinaria novità: le finiture in cuoio. Un’inedita variante che ha aggiunto un tocco di raffinatezza e esclusività a questi iconici pezzi di design.

sedie di design Alias

Ma non si è fermata a questo, infatti Alias ha stupito il pubblico con il revival di due progetti firmati da un maestro del design moderno, Mario Botta: la sedia Prima e la cassettiera Robot. Due opere intramontabili rieditate dopo lungo tempo tornate disponibili per tutti nel catalogo dell’azienda lombarda.

Alias = Something Else: innovazione e originalità nel design

Alias, un marchio di design fondato nel 1979, si è sempre distinto per la sua innovazione e originalità. La sua storia inizia con la celebre “Spaghetti chair” di Giandomenico Belotti, che è stata la prima creazione di Alias ad essere inclusa nella collezione del MoMA di New York insieme alla sedia “seconda” di Mario Botta.

SCOPRI IL CATALOGO ALIAS SU DESIGNBEST

Da sempre, Alias ha posto la creatività e la funzionalità al primo posto, superando le tendenze temporanee e cercando con curiosità nuove interpretazioni. Il marchio non si è mai accontentato di seguire le mode del momento o di fare scelte facili; ha sempre cercato qualcosa di diverso, Something Else.

Le tre sedie di design: Prima, Laleggera e Spaghetti chair

Le sedie di design Prima, Spaghetti Chair e LaLeggera di Alias sono vere e proprie icone del design contemporaneo. Queste creazioni uniche si distinguono per la loro estetica straordinaria, la funzionalità impeccabile e l’innovazione sorprendente, qualità che le hanno rese famose in tutto il mondo.

Ma andiamo a scoprire le storie e le recenti novità di queste tre sedie che hanno lasciato un’impronta indelebile nel panorama del design.

Sedia Prima di Mario Botta

Prima è una seduta che gode di una bellezza atemporale, un’autentica icona tra le sedie di design. Nata nel 1982, questo capolavoro è opera del rinomato architetto svizzero Mario Botta, famoso per le sue architetture austere e puriste. La sedia fu ideata per vivere nei diversi interni dei suoi progetti architettonici e si ispira alle forme archetipe della geometria euclidea.

Prima viene rieditata nella classica finitura nero goffrato e nelle affascinanti verniciature lucide, che le conferiscono un tocco contemporaneo. Fedele al suo progetto originale, Prima presenta una struttura in acciaio e una seduta in lamiera d’acciaio forata, con uno schienale composto da distintivi elementi cilindrici in poliuretano nero.

>VAI AL PRODOTTO

Sedia Laleggera Hide Leather di Riccardo Blumer

La sedia Laleggera, insignita del prestigioso premio Compasso d’Oro ADI, la si può trovare esposta nei più importanti musei del mondo come il MoMA di New York, il Centre George Pompidou di Parigi e la Triennale di Milano. Il successo mondiale, tra le sedie di design, è sicuramente legato alla sua leggerezza e al suo design unico dato dalla particolare tecnologia utilizzata nella sua realizzazione. La Laleggera infatti utilizza un procedimento di produzione simile a quello impiegato nella costruzione di alianti: una struttura scatolare in legno con un supporto interno in poliuretano iniettato.

La nuova proposta Hide Leather, nelle versioni chair e chair +, implementa la gamma di sedute della collezione firmata da Riccardo Blumer. Questa versione si distingue per il rivestimento frontale in cuoio disponibile negli eleganti colori: nero, testa di moro e naturale.

>VAI AL PRODOTTO

Sedia Spaghetti Chair di Giandomenico Belotti

La celebre Spaghetti Chair è la prima sedia di design che ha inaugurato la produzione aziendale di Alias nel lontano 1979. Caratterizzata da una struttura tubolare in acciaio, questa collezione comprende sedie, poltroncine e sgabelli, offrendo esperienze tattili e visive sorprendenti.

Nella nuova rivisitazione, il cuoio riveste il sedile e lo schienale delle sedie e degli sgabelli (ad eccezione della versione impilabile con braccioli). L’intera collezione si arricchisce inoltre di una nuova finitura lucida disponibile in sei colori contemporanei, impreziosita da quattro tappini in ottone che chiudono i tubolari. Queste sedute rappresentano un vero capolavoro di essenzialità, e uniscono un’elevata praticità a un’eleganza discreta e senza tempo.

>VAI AL PRODOTTO

Scrivi senza impegno ai negozi aderenti a Designbest e scopri tutte le info sui prodotti Alias

Se vuoi saperne di più sui prodotti o sul brand compila il form con le tue richieste e invialo con un solo click ai rivenditori autorizzati di Alias. Potrai ricevere preventivi, prendere appuntamenti e avere assistenza da parte di professionisti dell’arredamento.