Arredamento case moderne: sempre più persone scelgono lo stile scandinavo

Esistono diversi stili di arredamento per le nostre case e nell’ultimo periodo sembra star prendendo sempre più piede quello scandinavo, non solo per il mero aspetto estetico.

Questa scelta non è casuale, ma risponde a un desiderio crescente di creare ambienti accoglienti, funzionali e ispirati alla natura. Originario delle gelide terre nordiche, è una tendenza che si distingue per la sua semplicità, l’uso di tonalità chiare e materiali naturali.

Tra gli elementi chiave, spicca in particolare la scelta di pavimenti laminati, disponibili in una vasta gamma di tonalità su siti specializzati come quello di Leroy Merlin. Qui è possibile fare un confronto e trovare in pochi click quello più in linea con le proprie esigenze, in grado di coniugare funzionalità ed estetica..

Ma il laminato non è l’unico materiale adatto alle stanze più difficili di casa: in questo articolo, perciò, daremo una panoramica su quali sono i migliori sia in termini di efficienza che di stile, per aiutare a prendere una scelta consapevole e ponderata.

Cos’è lo stile scandinavo

Lo stile scandinavo prende forma negli anni ’20 nei paesi nordici ed è una manifestazione unica di design intrinsecamente legato a queste terre e alla loro cultura.

Fondata su valori etici e morali, si tratta di un’estetica che ha radici profonde nella considerazione della casa come rifugio e luogo di sviluppo individuale: la sua essenza si trova nella perfetta combinazione tra funzionalità, bellezza e un rapporto intimo con la natura.

Anche la filosofia sottostante è un’affascinante fusione di modernità e tradizione. Tramandato attraverso le generazioni, il design scandinavo è fortemente legato all’armonia tra uomo e ambiente.

Alvar Aalto, uno dei suoi massimi rappresentanti, lo considerava infatti come una continua ricerca dell’equilibrio, una potente risposta alla standardizzazione e al predominio tecnologico.

L’essenza di questo design, ancor oggi attuale, si riflette in elementi chiave come il minimalismo, con linee pulite e funzionali, la luce naturale predominante negli ambienti e l’attenzione alla vita nella sua completezza, con l’introduzione di materiali eco-friendly.

La scelta della giusta palette di colori

Lo stile scandinavo per l’arredamento si basa su tanti piccoli presupposti e tra questi rientra l’attenzione alla palette di colori. La predominanza è data da tonalità chiare e neutre, quali bianco, beige, e grigio: essenziali per instaurare un’aura ariosa e spaziosa.

Tuttavia, utilizzare maggiormente questi colori non impedisce l’uso anche di accenti più vibranti, se questi si fermano alle tonalità pastello, inserite attraverso accessori come cuscini o oggetti decorativi, soprattutto se tessili.

Infine, tra i colori più apprezzati di questo stile risalta anche il legno, impiegato in pavimenti, mobili e accessori: ciò riesce così ad aggiungere calore e autenticità agli spazi, rendendo così gli ambienti accoglienti e dall’aria tipicamente scandinava.

Materiali e decorazioni

Nell’arredo scandivano, la prima regola è la minimalità, dominata da forme pulite e linee essenziali. La scelta dei complementi deve essere quindi accurata, evitando eccessi ornamentali e prediligendo colori tenui e fantasie geometriche.

Una delle regole fondamentali è data dall’armonia, cosa che richiede attenzione nei dettagli, garantendo una perfetta fusione tra mobili e accessori in termini di colori, texture e stile.

Ad esempio il legno, uno dei materiali più usati, deve essere scelto con attenzione e cura, prediligendo le sue sfumature più naturali come quercia, noce, larice, frassino bianco e betulla.

Tale materiale, utilizzato per mobili e pavimenti, conferisce autenticità agli ambienti e una sensazione di calore tipica delle case scandinave, che si amplifica grazie all’uso sapiente di tessili, come plaid di pelliccia, lana, cotone e feltro, posizionati con cura su letti, divani e sedie.

La bellezza però non deve soppiantare la funzionalità, che anzi resta al centro dell’attenzione: ogni elemento deve servire a uno scopo ed è importante eliminare perciò oggetti puramente decorativi.

Infine, per aggiungere qualche dettaglio si può far uso del nero a piccole dosi, in contrasto con il predominio del bianco, così da conferire profondità visiva. Inoltre, le piante, i tessuti naturali e le candele possono completare l’arredo, donando vita e accoglienza agli spazi.

Leroy Merlin DesignbestMagazine Arredamento case moderne sempre più persone scelgono lo stile scandinavo

I vantaggi dello stile scandinavo

Abbracciare lo stile scandinavo per la nostra casa offre una serie di vantaggi che vanno oltre al mero gusto estetico e che lo rendono quindi una scelta ampiamente apprezzata.

Il suo minimalismo, focalizzato sulla funzionalità e sul comfort, caratterizza ambienti con mobili attentamente selezionati, come i divani modulari dai colori chiari, in grado di unire utilità ed eleganza.

Si tratta inoltre di un approccio che porta a un uso ottimale dello spazio e crea un’atmosfera visivamente attraente, con stanze ordinate e armoniose.

Il ricorso a materiali naturali, come legno e lino, conferisce un tocco accogliente e caldo agli interni, creando un collegamento tangibile con la natura circostante, oltre ad essere una scelta ecosostenibile.

Uno degli aspetti distintivi è poi la flessibilità e personalizzazione che questo tipo di arredamento è in grado di offrire: sebbene improntato al minimalismo, infatti, può essere arricchito con tocchi personali attraverso l’uso di colori, texture e accessori, permettendo a tutti di creare uno spazio unico che riflette i propri gusti e personalità.

In conclusione, perciò, lo stile scandinavo va oltre il mero arredamento; rappresenta un approccio di vita intriso di eleganza e attenzione ai dettagli, contribuendo a trasformare gli spazi abitativi in ambienti accoglienti, funzionali ed eterni.

— Leggi altri articoli su Idee Casa e Arredo

×